Ethan S.p.A. - News

L'ambiente al primo posto


Stiamo incontrando in questi giorni diverse persone che vogliono capire quale sarà l’attività di EXECO a Pocenia (UD). Si tratterà di un impianto di stoccaggio e trattamento rifiuti (soprattutto riduzione volumetrica), raccolti nel territorio ed avviati a recupero-smaltimento negli impianti del gruppo ETHAN.


"L’impianto - ci spiega l'ing. Antonio Casotto, Presidente del Gruppo Ethan - verrà registrato EMAS come gli altri siti produttivi del gruppo: un regolamento europeo che prevede la massima tutela dell’ambiente ed un’attenzione particolare ai nuovi obiettivi dell’Agenda 2030, in primis la riduzione della CO2 e la promozione dell’economia circolare."


Un impianto registrato EMAS, con un impatto positivo sulla CO2, permetterà quindi al comune ospitante di raggiungere più facilmente le finalità del regolamento stesso in caso abbia l’obiettivo di certificarsi ambientalmente. 


"A questo riguardo - annota Casotto - fa davvero piacere constatare che tale ambizioso obiettivo sia previsto in uno dei programmi elettorali. La nostra passione per l’ambiente e la volontà di partecipare attivamente alle attività educative, culturali e sportive del Comune, ci fa essere aperti ad ogni forma di collaborazione con le Associazioni del territorio e con l’Amministrazione stessa."


"Mi piacerebbe proporre a Pocenia - continua Casotto - alcune soluzioni per migliorare davvero l’ambiente, far risparmiare le imprese già fiaccate da questo lungo periodo di crisi, e creare, soprattutto  tra i giovani, un interesse per un settore in crescita e davvero appassionante. Mi riferisco ad esempio alla campagna “Eternit Free” di Legambiente con la promozione del fotovoltaico sui tetti, far conoscere il modello Azienda Pulita per le imprese agricole, effettuare con giovani interessati al nostro settore “Audit ambientali” gratuiti per le aziende del territorio, sostenere le attività ludiche e sportive."


La storia delle aziende del Gruppo Ethan è fatta di lunghe collaborazioni con associazioni ed amministrazioni comunali e di risultati di impegno concreto e condivisione delle politiche del territorio.


    Postato in:
  • Ambiente
  • News

L'ing. Luca Vecchiato, Responsabile Settore Energia del Gruppo Ethan, introduce le caratteristiche della pirogassificazione dei rifiuti, dalla prima fase della progettazione alle successive fasi di realizzazione e assistenza tecnica. Il processo di pirogassificazione dei rifiuti, adottato da Elite Ambiente, azienda del Gruppo Ethan, per il triennio 2022/2024, è stato progettato sulla base del prototipo funzionante, ed è attualmente in fase di realizzazione con fine lavori prevista per giugno 2022. L'impianto di pirogassificazione dei rifiuti Elite Ambiente sarà utilizzato come sistema di gassificazione in continuo per sottoprodotti dell’agricoltura e dell’industria agroalimentare, ma può trattare qualsiasi rifiuto contenente componenti organici come anche le materie plastiche.


    Postato in:
  • Ambiente
  • News

La transizione ecologica è un processo ormai irreversibile che si sono assunti governi e organizzazioni nel tentativo di salvaguardare il pianeta.


Qui l'ing. Luca Vecchiato, Responsabile Settore Energia di Ethan S.p.A., illustra la norma internazionale PAS 2060, norma che permette anche alle aziende di certificare il percorso di neutralità climatica.


Vecchiato, che sta seguendo questo percorso per il Gruppo Ethan, spiega i diversi passaggi che dovrà affrontare il gruppo per arrivare alla certificazione, mentre l'ing. Antonio Casotto, Presidente del Gruppo Ethan, interviene nel dettaglio del percorso che sta intraprendendo il Gruppo Ethan per ridurre progressivamente le emissioni di CO2 fino ad "azzerarle" nel 2030 raggiungendo la "carbon neutrality".


Il piano prevede di allinearsi al taglio delle emissioni di CO2 entro il 2030 anticipando la neutralità climatica vincolante al 2050.




Il piano d'azione prevede:

 

  •  Quantificazione della Carbon Footprint del gruppo secondo ISO 14064 e GHG Protocol;
  •  Efficientamento degli impianti produttivi;
  •  Potenziamento delle autoproduzioni da fonti rinnovabili;
  •  Decarbonizzazione parziale degli impianti e della flotta;
  •  Compensazione dei consumi elettrici entro il 2025;
  •  Compensazione totale delle emissioni CO2 entro il 2030.

    Postato in:
  • Ambiente
  • News

Il progetto Ecotile, presentato da Elite Ambiente, è stato fra i progetti selezionati dalla Regione Veneto,classificandosi all’8° posto fra i 317 progetti presentati  nell’ambito del Bando della LR 39 DGR 724 DEL 08.06.2021. Il bando fa riferimento alla concessione di agevolazioni regionali in forma mista, a fondo perduto e a finanziamento agevolato.  


Il progetto ECOTILE prevede la realizzazione di un nuovo processo per la produzione di composti ottenuti da plastiche riciclate provenienti principalmente dall’agricoltura, da destinare al mondo agricolo, dello sport e dello svago all’aria aperta.


La natura del progetto risponde ai processi dell’Economia Circolare, con ricadute molto positive per gli impatti ambientali (riduzione del consumo di plastiche vergini e conseguente riduzione della produzione di CO2), per quelli economici ed occupazionali.


ELITE Ambiente srl, forte di un’esperienza trentennale nel settore del recupero di risorse dai rifiuti, e in particolare di materie plastiche, ha deciso di intraprendere un percorso che porti direttamente alla produzione di uno o più prodotti finiti in plastica riciclata, in alternativa/completamento dell’attuale produzione di End Of Waste (materie prime secondarie).


Tale nuovo processo produttivo permetterà ad ELITE Ambiente srl di recuperare anche altre tipologie di materie plastiche che a tutt’oggi sono poco richieste dal mercato interno, producendo appunto nuovi manufatti molto richiesti nel settore ludico sportivo,  come per esempio gli arredi urbani.


Assicurando quindi uno sbocco commerciale si potrà incentivare il recupero di materie plastiche soprattutto provenienti dall’agricoltura che, purtroppo, vengono altrimenti avviate a termo-distruzione con un parziale recupero energetico delle stesse e un pesante impatto ambientale in termini di produzione di CO2.

La piena attuazione del progetto ECOTILE, consentirà quindi ad Elite Ambiente di migliorare la propria competitività attraverso un nuovo impiego di materie plastiche riciclate che a tutt’oggi non trovano largo interesse nel mercato interno e che, fino a circa 3 anni fa venivano destinati a mercati asiatici (Cina).

Il nuovo progetto aumenta quindi l’efficienza produttiva di ELITE Ambiente srl in termini di recupero di risorse dai rifiuti, garantendo una massima flessibilità nello svolgimento della sua attività caratteristica.